Opzione Donna: a cosa è legata la proroga oltre il 2015?


Il testo uscito dalla Commissione Bilancio apre alla possibilità di proseguire la sperimentazione dell’opzione donna oltre il 2015 qualora residuino risorse sui fondi stanziati dal Governo. L’opzione donna guadagna la possibilità di essere prorogata oltre il 31 dicembre 2015 se avanzeranno risparmi dai 2,5 miliardi messi a disposizione dal Governo con il disegno di legge di stabilità. E’ questa la principale modifica approvata ieri con le ultime limature alla manovra in una seduta fiume dalla Commissione Bilancio della Camera. Un compromesso frutto di un intenso lavoro di mediazione condotto sotto traccia tra la minoranza dem che puntava ad una estensione del regime sperimentale per includere le nate nell’ultimo trimestre del 1958 e la Ragioneria Generale dello Stato ferma invece su una interpretazione restrittiva. L’opzione donna, com’è noto, è un regime sperimentale introdotto dalla legge Maroni nel 2004 che consente, sino alla fine di quest’anno, alle lavoratrici di andare in pensione, accettando un assegno determinato con il sistema contributivo (e quindi più leggero) se in possesso di almeno 57 anni di età e 3 mesi (58 anni e 3 mesi le autonome) e 35 di contributi. L’Inps, con due Circolari nel 2012, ha però interpretato il termine del 31 dicembre 2015 come data di decorrenza della pensione e non

Sorgente: Opzione Donna: a cosa è legata la proroga oltre il 2015?

Informazioni su plhttps://pietrolettig.wordpress.comConsulenza e tutela gratuita in materia di previdenza, pensioni e sicurezza sociale in collaborazione con la CGIL di Trieste. Calcoli e previsioni sulla decorrenza e l'importo delle prestazioni previdenziali, tramite i materiali e gli strumenti informatici ufficialmente rilasciati dall'INPS, ex INPDAP, CGIIL, SPI e PATRONATO INCA. Approfondimenti ed esercitazioni sui linguaggi di sviluppo software. Esperienza ormai quarantennale acquisita come operatore del Patronato INCA-CGIL. Tel. ufficio: 040 3788 236 con segreteria per appuntamenti, lasciando nome e numero di telefono per essere richiamati appena possibile. Fax: 040 772474. Posta elettronica: pierlebed@gmail.com Orari: dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19. La consulenza è totalmente gratuita ad iscritti e non iscritti al sindacato. Si gradisce comunque l'eventuale affiliazione volontaria alla CGIL. La tutela può essere fornita anche in modo interattivo per coloro che utilizzano strumenti informatici ( computer, tablet, smatphone. ecc.).

OK!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.