APE IN L. STABILITA’


APe Social

Spetta con almeno 63 anni di età, 30 anni di contributi, o 36 nel caso dei lavori gravosi, al massimo tre anni e sette mesi alla pensione di vecchiaia. Categorie ammesse: disoccupati involontari che hanno terminato il sussidio da almeno tre mesi ( inseriti anche i lavoratori a cui è scaduto il contratto a termine, che nel 2017 sono rimasti esclusi), caregiver familiari, disabili, addetti a mansioni gravose.

Novità 2018

platea dei lavori gravosi: agli 11 già previsti si aggiungono marittimi, pescatori, lavoratori agricoli, siderurgici. L’allargamento della platea riguarda sia l’Ape Sociale sia la pensione anticipata precoci.

Donne con figli:sale a un anno per ogni figlio lo sconto sul requisito contributivo di accesso, fino a un massimo di due anni