TABELLA DEI LAVORI GRAVOSI 2018


 

29-12-2017 Supplemento ordinario n. 62/L alla GAZZETTA UFFICIALE
Serie generale – n. 302

Allegato B
(articolo 1, comma 148, lettera a))

A. Operai dell’industria estrattiva, dell’edilizia e della manuten- zione degli edifici

B. Conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni

C. Conciatori di pelli e di pellicce

D. Conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante

E. Conduttori di mezzi pesanti e camion

F. Personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con
lavoro organizzato in turni

G. Addetti all’assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza

H. Insegnanti della scuola dell’infanzia e educatori degli asili nido

I. Facchini, addetti allo spostamento merci e assimilati

L. Personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia

M. Operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori di rifiuti

N. Operai dell’agricoltura, della zootecnia e della pesca

O. Pescatori della pesca costiera, in acque interne, in alto mare, dipendenti o soci di
cooperative

P. Lavoratori del settore siderurgico di prima e seconda fusione e lavoratori del vetro addetti a
lavori ad alte temperature non già ricompresi nella normativa del decreto legislativo n. 67 del
2011

Q. Marittimi imbarcati a bordo e personale viaggiante dei trasporti marini e in acque
interne.

Fondo APe Sociale e proroga al 2019


Niente proroga per l’APe Sociale in Legge di Bilancio ma l’istituzione di un nuovo Fondo ad hoc.

La Legge di Bilancio non ha prorogato al 2019 l’APe social, che resta quindi utilizzabile in via sperimentale solo fino al 31 dicembre 2018. E’ però stato istituito uno specifico Fondo, denominato Fondo APe Sociale, allo scopo di finanziare un’eventuale proroga della misura.

Tale fondo viene finanziato per gli anni 2019, 2020,2021,2022,2023 e 2024. E’ poi previsto che confluiscano nel fondo le eventuali risorse non utilizzate negli anni 2017 e 2018.

Quindi, il legislatore non esclude che in vista possa esserci una proroga e rimanda ad un futuro provvedimento legislativo. Ma per il momento la proroga non c’è, quindi la normativa attuale consente l’accesso all’APe sociale solo fino al 31 dicembre 2018.