Arretrati APe senza proroga: scadenza incostituzionale?


Arretrati APe senza proroga: scadenza incostituzionale?

Barbara Weisz

Si potrebbe prospettare un caso di incostituzionalità considerando il fatto che le domande di richiesta certificazione per l’APE Volontaria sono state aperte il giorno 13 Febbraio prevedendo 60 giorni per la risposta INPS, dunque lasciando solo a quelle dei primi giorni la certezza di ricevere gli arretrati. Perché non è stata prevista una proroga, tipica in questi casi?

Certamente si rileva una tempistica poco agevole per chi intende chiedere gli arretrati.

In pratica, le procedure per presentare la domanda definitiva di APE volontaria, complete di richiesta di retroattività, sono aperte dal 12 aprile. Significa che ci sono solo pochi giorni di tempo per inviare validamente la richiesta di APE retroattivo, visto che la scadenza resta il 18 aprile. E’ effettivamente difficile comprendere il motivo per cui non sembra si stiano considerando proroghe, che vengono spesso previste in casi analoghi.

Fra l’altro, non si può escludere che ci siano persone che hanno già presentato la prima domanda, quella di certificazione del diritto, senza aver però ricevuto dall’INPS la risposta in tempo per presentare la domanda di APE retroattiva entro il 18.L’istituto ha 60 giorni di tempo per rispondere, quindi chi ha chiesto la certificazione del diritto dopo il 18 febbraio rischia di restare fuori.

Informazioni su plhttps://pietrolettig.wordpress.comConsulenza e tutela gratuita in materia di previdenza, pensioni e sicurezza sociale in collaborazione con la CGIL di Trieste. Calcoli e previsioni sulla decorrenza e l'importo delle prestazioni previdenziali, tramite i materiali e gli strumenti informatici ufficialmente rilasciati dall'INPS, ex INPDAP, CGIIL, SPI e PATRONATO INCA. Approfondimenti ed esercitazioni sui linguaggi di sviluppo software. Esperienza ormai quarantennale acquisita come operatore del Patronato INCA-CGIL. Tel. ufficio: 040 3788 236 con segreteria per appuntamenti, lasciando nome e numero di telefono per essere richiamati appena possibile. Fax: 040 772474. Posta elettronica: pierlebed@gmail.com Orari: dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19. La consulenza è totalmente gratuita ad iscritti e non iscritti al sindacato. Si gradisce comunque l'eventuale affiliazione volontaria alla CGIL. La tutela può essere fornita anche in modo interattivo per coloro che utilizzano strumenti informatici ( computer, tablet, smatphone. ecc.).

OK!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.