Medico turnista in pensione anticipata usuranti


Come medico ospedaliero che fa turni notturni (circa 50 all’anno), si può chiedere la pensione anticipata, avendo 35 anni di contributi?Secondo la circolare INPS del 29/3/18 il numero di turni notturni andrebbe moltiplicato per il coefficiente di 1,5, ai fini del raggiungimento del numero di turni annui previsti.

Dipende dall’età anagrafica: per andare in pensione anticipata con il beneficio riservato ai lavori usuranti e a coloro che effettuano turni di notte bisogna raggiungere determinate quote, determinata dalla somma di età anagrafica e anni di contribuzione.

E’ importante conteggiare con precisione i turni notturni, se il numero è intorno a 50, perché il requisito cambia a seconda che i turni siano più o meno di 78 all’anno. Per intenderci, se il medico effettua 50 turni notturni all’anno, moltiplicando il numero per il coefficiente di 1,5 si ottiene 75. In questo caso, egli può andare in pensione anticipata con la quota 98,6, con almeno 35 anni di contributi (deve quindi avere almeno 63 anni e cinque mesi). Se invece, sempre facendo il calcolo sopra esposto, i turni notturni sono più di 77, la quota per la pensione anticipata è 97,6. Gli anni di contribuzione necessaria sono sempre 35, quindi l’età anagrafica si abbassa a 62 anni e cinque mesi.

I requisiti di età e contribuzione per la pensione anticipata sopra esposti, in base alle novità previste dalla legge di Stabilità 2017, non sono soggetti ai prossimi adeguamenti alle aspettative di vita.

La circolare a 59/2018, che consente il calcolo sopra indicato dei turni notturni, riguarda i lavoratori che hanno i turni in 12 ore (ad esempio infermieri/e-sorveglianza-guardia notturna-ecc.), non la generalità dei lavoratori che fanno turni notturni.

E’ necessario che vi sia un accordo sindacale già stipulato.

Informazioni su plhttps://pietrolettig.wordpress.comConsulenza e tutela gratuita in materia di previdenza, pensioni e sicurezza sociale in collaborazione con la CGIL di Trieste. Calcoli e previsioni sulla decorrenza e l'importo delle prestazioni previdenziali, tramite i materiali e gli strumenti informatici ufficialmente rilasciati dall'INPS, ex INPDAP, CGIIL, SPI e PATRONATO INCA. Approfondimenti ed esercitazioni sui linguaggi di sviluppo software. Esperienza ormai quarantennale acquisita come operatore del Patronato INCA-CGIL. Tel. ufficio: 040 3788 236 con segreteria per appuntamenti, lasciando nome e numero di telefono per essere richiamati appena possibile. Fax: 040 772474. Posta elettronica: pierlebed@gmail.com Orari: dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19. La consulenza è totalmente gratuita ad iscritti e non iscritti al sindacato. Si gradisce comunque l'eventuale affiliazione volontaria alla CGIL. La tutela può essere fornita anche in modo interattivo per coloro che utilizzano strumenti informatici ( computer, tablet, smatphone. ecc.).

OK!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.