DDL.Legge di bilancio 2019-2020


Pensioni: APe Social
Trova una nuova conferma l’APe sociale, potranno accedere all’anticipo pensionistico a carico dello Stato introdotto dalla Legge di bilancio 2017 i lavoratori che matureranno i requisiti entro il 31 dicembre 2020.

Pensioni: Opzione Donna
Prorogata anche l’Opzione Donna che consente alle lavoratrici che entro il 31 dicembre 2019 maturano 35 anni di contributi e un’età pari o superiore a 58/59 anni (dipendenti/autonome) di andare in pensione anticipata.

Pensioni: rivalutazioni
Viene introdotta una mini rivalutazione delle pensioni. Per il 2020-2021:

100% per pensioni fino a 4 volte il minimo INPS;
77% per i trattamenti pensionistici complessivamente pari o inferiori a cinque volte il trattamento minimo INPS;
52% per i trattamenti tra 5 e 6 volte il minimo;
47% per i trattamenti pensionistici tra sei e otto volte il trattamento minimo INPS;
45% per i trattamenti tra otto volte e nove volte il trattamento minimo;
40% per i trattamenti superiori a nove volte il minimo;
A decorrere dal l° gennaio 2022 verranno riviste le fasce di rivalutazione parziale.

Costo del lavoro
Previsto un finanziamento della spesa definito in 3 miliardi per il 2020 e 5 miliardi per il 2021, per garantire detrazioni di imposta a tutti i lavoro dipendenti con redditi fino a 35mila euro, compreso il Bonus Renzi di 80 euro in busta paga. Previsto in merito un provvedimento separato.