Guida alla lettura del cedolino pensione


Online servizio INPS per cittadini e operatori che offrono consulenza ai pensionati.
Il cedolino pensione, disponibile online tramite servizio INPS dedicato, riporta le componenti del rateo mensile su cui possono incidere voci ricorrenti (es.: ritenute IRPEF) o elementi variabili, riferiti a specifiche categorie di ex lavoratori e descritte di volta in volta con messaggi appositi.

E’ ora attivo un nuovo servizio informativo rivolto tanto ai cittadini quanto agli operatori che devono poi fornire assistenza ai pensionati stessi.

Per ora il servizio è sperimentale e prevede la pubblicazione delle informazioni sul rateo di pensione.
Le informazioni sono online sul sito web dell’INPS per i pensionati, sulla intranet della Direzione centrale Pensioni per gli operatori.

Il servizio per i pensionati consiste nella pubblicazione mensile di una notizia , che illustri le principali voci presenti nel cedolino di ciascun mese, così da capire l’eventuale variazione tra l’importo lordo e netto.

Nella intranet invece, il servizio si raggiunge dal seguente percorso: “Funzioni centrali” > “Direzioni centrali” > “Pensioni”. Da qui si visualizza la notizia “Consulenza pensionistica: chiarimenti sulle principali voci del cedolino di pensione”.

 

Nuovi requisiti per la pensione nel 2020


Età pensionabile e anzianità contributiva restano invariate fino al 2022: l’INPS recepisce il decreto ministeriale del novembre scorso.

Requisiti pensione

L’età per la pensione di vecchiaia resta a 67 anni fino al 31 dicembre 2022, dopo il requisito sarà da adeguare alla speranza di vita.

Il requisito per accedere alla pensione anticipata resta a 42 anni e dieci mesi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi per le donne fino al 2026.

Sempre fino al 2026 il requisito per la pensione precoci a rimane a 41 anni di contributi (per questa tipologia di pensione bisogna avere almeno un anno di contributi versati entro il compimento del 19° anno di età).

Per coloro che ancora possono ritirarsi con la pensione di anzianità ed il sistema delle quote i requisiti restano: 35 anni di contributi, 62 anni di età e il raggiungimento di quota 98 (somma di contributi ed età anagrafica) per i lavoratori dipendenti. Gli autonomi, che quindi devono avere 63 anni di età e raggiungere quota 99.

La circolare INPS specifica infine tutti i casi particolari (lavoratori delle forze armate, sport e spettacolo, cumulo contributi) in cui si applicano regole proprie.

 

Nuovi Valori delle contribuzioni e dei minimali per il 2020-Circolare numero 9 del 29-01-2020


Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2020 Circolare n. 9 Ai Dirigenti centrali e territoriali Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e    territoriali delle Aree dei professionisti Al Coordinatore generale, ai coordinatori    centrali e ai responsabili territoriali    dell’Area medico legale E, per conoscenza, Al Presidente Al Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo    di Vigilanza Al Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci Al Magistrato della Corte dei Conti delegato    all’esercizio del controllo Ai Presidenti dei Comitati amministratori    di fondi, gestioni e casse Al Presidente della Commissione centrale    per l’accertamento e la riscossione    dei contributi agricoli unificati

Sorgente: Circolare numero 9 del 29-01-2020