DM Economia del 27 ottobre 2021  (Adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento agli incrementi della speranza di vita) pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 268 il 10 novembre.


 

L’età pensionabile resta a 67 anni fino al 2024, non scattano gli aumenti delle aspettative di vita per gli assegni pensionistici

In pratica, per i prossimi tre anni l’età per la pensione di vecchiaia continuerà a essere pari a 67 anni. Secondo le previsioni INPS post-Covid, invece, dal 2025 si attuerà uno nuovo scatto di due mesi

Le pensioni anticipate sono in ogni caso bloccate fino al 31 dicembre 2026

Si prevede un aumento dell’età contributiva necessaria per andare in pensione dal 2027, quando dovrebbero volerci 43 anni e un mese.

Previsto rinnovo APE SOCIAL per il 2022.


La nuova Legge di Bilancio, all’articolo 25, modifica la normativa sull’Ape Social. Per prima cosa istituisce la proroga al 31 dicembre 2022 per questa formula di pensione anticipata, ampliando inoltre la platea dei beneficiari (ai dipendenti che svolgono le professioni gravose indicate all’Allegato 2 del disegno di legge) e rendendo più agevole l’accesso per alcune categorie (i disoccupati non devono più attendere tre mesi dal termine del sussidio NASpI per fare domanda).