I nuovi gravosi 2022



Professioni ammesse
2.6.4 – Professori di scuola primaria, pre–primaria e professioni assimilate
3.2.1 – Tecnici della salute
4.3.1.2 Addetti alla gestione dei magazzini e professioni assimilate
5.3.1.1 – Professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali
5.4.3 – Operatori della cura estetica
5.4.4 – Professioni qualificate nei servizi personali ed assimilati
6 – Artigiani, operai specializzati, agricoltori
7.1.1 – Conduttori di impianti e macchinari per l’estrazione e il primo trattamento dei minerali
7.1.2 – Operatori di impianti per la trasformazione e lavorazione a caldo dei metalli
7.1.3 – Conduttori di forni ed altri impianti per la lavorazione del vetro, della ceramica e di materiali assimilati
7.1.4 – Conduttori di impianti per la trasformazione del legno e la fabbricazione della carta
7.1.5 – Operatori di macchinari e di impianti per la raffinazione del gas e dei prodotti petroliferi, per la chimica di base e la chimica fine e per la fabbricazione di
prodotti derivati dalla chimica
7.1.6 – Conduttori di impianti per la produzione di energia termica e di vapore, per il recupero dei rifiuti e per il trattamento e la distribuzione delle acque
7.1.8.1 – Conduttori di mulini e impastatrici
7.1.8.2 – Conduttori di forni e di analoghi impianti per il trattamento termico dei minerali
7.2 – Operai semiqualificati di macchinari fissi per la lavorazione in serie e operai addetti al montaggio
7.3 – Operatori di macchinari fissi in agricoltura e nella industria alimentare
7.4 – Conduttori di veicoli, di macchinari mobili e di sollevamento
8.1.3 – Personale non qualificato addetto allo spostamento e alla consegna merci
8.1.4 – Personale non qualificato nei servizi di pulizia di uffici, alberghi, navi, ristoranti, aree pubbliche e veicoli
8.1.5.2 – Portantini e professioni assimilate
8.3 – Professioni non qualificate nell’agricoltura, nella manutenzione del verde, nell’allevamento, nella silvicoltura e nella pesca
8.4 – Professioni non qualificate nella manifattura, nell’estrazione di minerali e nelle costruzioni
Edili e ceramisti
Edilizia: APE Sociale con 32 anni di contributi
21 Dicembre 2021
A questi si aggiungono gli operai edili dei cantieri, i ceramisti e i conduttori di impianti per la formatura di articoli in ceramica e terracotta. Si tratta di una estensione dei beneficiari per addetti a lavori gravosi, nei quali erano già confluiti nuove categorie di lavoratori. In questo caso, si è raggiunto anche un accordo per l’anticipo pensionistico a 63 anni con 32 di contributi. Il requisito contributivo può essere raggiunto anche esercitando il cumulo gratuito dei periodi nelle diverse gestioni previdenziali dell’INPS (compresa la gestione separata) ma bisogna aver svolto almeno sei anni negli ultimi sette di attività gravosa, oppure per sette anni negli ultimi dieci.

Rinnovo delle pensioni e delle prestazioni per l’anno 2022


Valori definitivi 2021

Decorrenza Minimi pensione
dipendenti e autonomi Assegni vitalizi

1° gennaio 2021 515,58 € 293,90 €
Importi annui 6.702,54 € 3.820,70 €

Valori provvisori 2022

Minimi pensione

dipendenti e autonomi Assegni vitalizi
1° gennaio 2022 523,83 € 298,61 €
Importi annui 6.809,79 € 3.881,93 €

Pensioni sociali e assegni sociali

Pensione sociale                                                                              Assegno sociale

Decorrenza Importi
mensile annuo mensile annuo
1° gennaio 2021 379,33 € 4.931,29 € 460,28 € 5.983,64 €
1° gennaio 2022 385,40 € 5.010,20 € 467,65 € 6.079,45 €
Limiti reddituali massimi
personale coniugale personale coniugale
1° gennaio 2021 4.931,29 € 16.990,47 € 5.983,64 € 11.967,28 €
1° gennaio 2022 5.010,20 € 17.262,33 € 6.079,45 € 12.158,90 €

Prestazioni mutilati, invalidi, ciechi e sordomuti

Decorrenza

Limite di reddito annuo personale importo mensile
Invalidi totali, ciechi civili, sordomuti Invalidi parziali, minori Invalidi, sordomuti Ciechi parziali Ciechi assoluti

Invalidi totali, ciechi civili, sordomuti Invalidi parziali e minori Invalidi e sordomuti
1.1.2021 16.982,49 € 4.931,29 287,09
1.1.2022 17.050,42 € 5.010,20 291,69

Ciechi parziali

1.1.2021 213,08

1.1.2022 215,35

Ciechi assoluti

1.1.2021 310,48

1.1.2022 315,45

APE SOCIALE IN EDILIZIA.


Gli operai edili che lavorano nei cantieri potranno accedere all’APE Sociale con 32 anni di contributi e 63 anni di età: è una novità dell’ultima ora tra gli emendamenti alla Legge di Bilancio 2022, che rientra nel capitolo pensioni. Lo sconto sul requisito contributivo per questa categoria di lavoratori è previsto anche per i ceramisti.

MANOVRA IRPEF : NO TAX AREA.


Inserito nella Manovra economica 2022 un innalzamento della no tax area (soglia sotto la quale non si pagano tasse):

per i pensionati la soglia è di 8.500 euro, con innalzamento di 500 euro rispetto al precedente tetto di 8mila euro;
per i redditi da lavoro dipendente la no tax area sale a 5.500 euro dai precedenti 4.800 euro.

OPZIONE DONNA NEL 2022.


Nel 2022 si aprono le decorrenze pensionistiche Opzione Donna per le lavoratrici dipendenti che hanno maturato il requisito dal dicembre 2020 al dicembre 2021 e per le autonome che invece lo hanno maturato dal giugno del 2020.

Ecco il calendario delle decorrenze per chi matura il requisito contributivo dei 35 anni entro dicembre 2021, applicando la proroga contenuta in Manovra:

dipendenti del 1963: la prima decorrenza è gennaio 2023, attendendo i 12 mesi di finestra.
autonome del 1962: la prima decorrenza utile è agosto del 2023, trascorsi i 18 mesi di finestra.

una lavoratrice nata nel 63, con 35 anni di contributi versati entro il 31 dicembre 2020, ha diritto alla prima pensione a partire dal primo febbraio 2022. Se presenta domanda successivamente, non si applica alcuna finestra.

la finestra di decorrenza (12 o 18 mesi) si applica solo dalla maturazione del diritto e non dalla presentazione della domanda.

Il maxi-emendamento del Governo alla Manovra per il 2022.


Riforma scaglioni IRPEF, riordino detrazioni su lavoro e pensioni, decontribuzione per un anno, taglio IRAP autonomi: il maxi-emendamento alla Manovra.

Il Governo ha presentato l’atteso maxi-emendamento alla Legge di Bilancio, da approvarsi in commissione al Senato entro la settimana. Al suo interno trovano posto anche l’abolizione IRAP per le Partite IVA autonome e le ditte individuali (persone fisiche).


Nuove aliquote e scaglioni IRPEF
Riduzione da cinque a quattro scaglioni con una rimodulazione delle aliquote: 23%, 25%, 35%, 43%.

Per i redditi fino a 15mila euro resta l’aliquota fiscale del 23% ed anche il bonus da 100 euro in busta paga.
Tra 15mila e 28mila euro l’aliquota scende al 25%, con un meccanismo di salvaguardia del bonus da 100 euro.
Tra 28 e 50mila euro si concentrano modifiche e sconti, con nuovo scaglione e nuova aliquota al 35%.
Oltre 50mila euro aliquota al 43%, con aggravio di tasse dai 50mila a 75mila euro (prima pagavano il 38% o il 41%).
Riordino detrazioni
Revisione delle detrazioni sul lavoro dipendente , che vede ampliare lo scaglione con diritto alla detrazione massima, pari a 1.880 euro (prima limitata ai redditi fino a 8mila euro) e raddoppiare il secondo e terzo scaglione, a 1910 euro (rapportato al reddito). Nel dettaglio:

Detrazione di 1880 euro sul lavoro dipendente per redditi fino a 15mila euro;
Detrazione di 1910 euro tra 15mila e 28mila euro, aumentata del prodotto tra 1910 euro e l’importo corrispondente al rapporto fra 28mila euro, diminuito del reddito complessivo, e 13mila euro.
1910 euro, se il reddito complessivo è fra 28mila e 50mila euro, per la parte corrispondente al rapporto fra 50mila, diminuito del reddito complessivo, e 22mila.
La detrazione, come sopra calcolata, viene aumentata di 65 euro per i redditi da 25mila a 35mila euro.

Detrazione per i pensionati. Sale a 1955 euro per i redditi fino a 8.500 euro, scende a 700 euro, aumentata del consueto prodotto basato sul reddito complessivo, con due scaglioni fra 8.500 e 28mila e tra 28mila e 50mila. La detrazione sulla pensione è aumentata di 50 euro per i redditi fra 25mila e 29mila euro.

Il bonus Renzi di 100 euro al mese (dl 3/2020) resta per i redditi fino a 15mila euro, mentre fino a 28mila euro spetta a condizione che la somma delle detrazioni sia superiore all’imposta lorda .

Decontribuzione una tantum
Prevista anche una decontribuzione una tantum, per il solo 2022 e pari allo 0,8%, per le buste paga fino a 35mila euro di imponibile annuo (2692 euro mensili) rapportate a 13 mensilità, escludendo dal computo la tredicesima.

Taglio IRAP
Stop all’IRAP per le persone fisiche esercenti attività commerciali, arti e professioni: la misura esonera dalla tassa regionale sulle attività produttive circa 835mila autonomi, pari al 41,2% della platea complessiva (2 milioni circa).

Caro bollette
Sul fronte dei rincari in bolletta energetica, vengono eliminati o ridotti gli oneri di sistema anche per il primo trimestre 2022, con regole differenziate per elettricità e gas e per le diverse tipologie di utenze. E viene introdotta la possibilità di rateizzare i pagamenti delle bollette da gennaio ad aprile 2022. In pratica, il fornitore è obbligato a offrire un piano di dieci rate senza interessi.

Altre novità in Manovra
Bonus Tv rifinanziato con 68 milioni di euro per l’acquisto di apparecchi nel 2022. Per gli over 70 che hanno un assegno pensionistico sotto la soglia dei 20mila euro annui, il decoder (che deve avere un costo massimo di 30 euro) arriva direttamente a casa.
Patent box: diventa una detrazione del 110%,
Ristori: 150 milioni di euro a sostegno di turismo, spettacolo, e automobile, colpiti dal Covid.
L’iter della Legge di Bilancio
Le modifiche proposte dall’Esecutivo si devono ora coniugare con gli emendamenti approvati in commissione Bilancio a Senato, che vede confermati i capitoli sulle pensioni e sulla riforma degli ammortizzatori sociali.